giovedì 13 gennaio 2011

Week End a Paris


Parigi la città dell’amore, ma non solo!
Ho pensato questo week end per far assaporare a G. il meglio dell’atmosfera parigina e al tempo stesso senza perdersi il meglio della città.

Ovviamente prenotato il volo da Internet (all’epoca avevo utilizzato Myair, ora fallito – si può ricorrere sempre all’intramontabile Rayan) e l’hotel da Venere.
Per l’albergo avevo scelto l’Hotel Cambrai – vicino alla stazione Nord.. in modo da essere comodi al treno per l’aeroporto e alla metro.
Diciamo che per dormirci, senza colazione, non era nemmeno così malvagio.. forse adesso si riesce a trovare di meglio!

Per questo week end ho scelto percorsi a piedi organizzati prima di partire:
• da Montmatre a Place de la Concorde
• da la tour Eiffell a Notre Dame
• le vie dello Shopping

 
Giorno #1
Depositati i bagagli in hotel, da Gare du Nord prendiamo la metro che ci porta alla fermata Abbesses.

Una volta saliti dalla particolare stazione di Abbesses si apre una graziosa piazzetta molto evocativa dove si trova un parchetto con qualche giostra e a lato un muro con scritto ti amo in tutte le lingue del mondo. Si tratta di uno scorcio della città molto caratteristico e abbastanza inusuale per il turismo di massa. Può essere molto romantico!

Da qua in pochi minuti si arriva alla Basilica del Sacro cuore, uno dei luoghi simbolici di Parigi: dalla famosa scalinata è possibile fare le foto di rito e dalla posizione più elevata si può vedere il panorama della città grazie ai cannocchiali a moneta!
Montmatre è uno dei quartieri più pittoreschi e per questo decidiamo di visitarlo scendendo dalla collina a piedi e passeggiando per le vie degli artisti rese famose dal film “Amelie” e intravediamo sia il Mouline de la Galette che il Lapin Agile.

Attraversiamo il Parc De Monceu con i suoi chioschi e i suoi giardini per raggiungre l’Arco di Tronfo e i famosi Champ Eliseè, ricchi di negozi e affollatissimi di persone in vena di shopping.

Per la cena decidiamo di visitare il movimentato quartiere latino, carico di locali e brasserie e senza volere ci troviamo dentro un localino affollatissimo dove stranamente si mangia molto bene.. un filetto strepitoso. Decidiamo di prenotare anche per la sera seguente!


Facciamo quindi un giretto nei dintorni verso place Saint Michelle e dopo aver assistito a qualche esibizione di artisti di strada decidiamo di ritirarci passando prima dal famossissimo Mouline Rouge.


 Giorno #2
Sveglia all’alba per mettersi in fila alla Torre Eifelle.. è andata bene solo 1h! Ammiriamo il panorama dal 2° livello.. G. non si attenta ad andare fino al 3°; io fortunatamente ci sono già stata in un viaggio precedente e se non soffrite di vertigini la vista da lassù è strepitosa!

Dopo un giretto nei Campi Marzi per vedere se è disponibile una bicicletta a noleggio, con la coda tra le gambe ci dirigiamo a piedi verso i Jardin de Tuilleries costeggiando la Riva della Senna e attraversando il Ponte de l’Almà.

Prima di entrare nel parco andiamo in chioschi etto a prendere un hot dog, per goderci al meglio la sosta al parco.. su una delle innumerevoli panchine che circondano la fontana.

Il sole di settembre rende il tutto molto piacevole!!

E’ l’ora di Notre Dame e dei suoi gargoi!

Continua la promenade a ille dela citè e visitiamo la Rive Gouche con i suoi quartieri bohemien, saint Germain e l’imperdibile Parco del Lussemburgo, la Chiesa di Saint Sulpice e l’Abbazia di Saint Germain des Près.

Eccoci quindi un'altra volta nel nostro localino nel quartiere latino per la cena prima di partire per una gita notturna sul Bateaux Parisien con guida in Italiano.
Questi battelli si possono prendere sia dalla Tour Eifel che da Notre Dame e partono circa ogni ora e il costo si aggira sui 10€. L’itinerario permette di vedere tutti i principali monumenti compresa l’originale statua della Libertà.
Se qualcuno vuole organizzare una serata più romantica è possibile prenotare una crociera con cena a lume di candela annessa.



Giorno #3
Per l’ultima giornata ci facciamo una bella camminata rilassante tra le vie dello shopping seguendo queste mete: La Madeline, Rue Saint Honorè, le Gallerie Lafayette, L’Operà, l’esterno del Louvre, fino les Halles e il centro Pompidu.

Ed in men che non si dica è già ora di rientrare a la maison!




1 commento:

  1. che bella Parigi...dovrei tornarci con i twins...in futuro chissà..

    RispondiElimina

Dimmi la tua!! :D