mercoledì 15 gennaio 2014

Staffetta:Il Solito Proposito

Sarà un anno tutto in salita, lo avevo già in programma e non voglio abbattermi, anzi trovare le forze necessarie per affrontare tutto quello che la vita mi proporrà con la dovuta tranquillità.
Il mio proposito, sebbene un po’ ideale, sarà di vivere zen.
Se il 2012 è stato l’anno delle “Big Issues”, il 2013 è stato quello della presa di coscienza, del viaggio introspettivo e della conoscenza degli strumenti per camminare da sola.. così ho deciso che il 2014 sarà l’anno della vera svolta.

Preoccuparsi = occuparsi prima, rovinarsi il fegato, passare notti insonni e avere la mente annebbiata.
Non voglio: non voglio più fasciarmi la testa prima di averla rotta.
Il mio proposito sarà quello di non avere propositi!



Mi ripropongo di vivere alla giornata, assaporandomi tutte le emozioni, vivermi i dolori che so non mancheranno, ma anche ringraziare per ciò che arriverà di buono.
Alzarmi ogni mattina dicendo a me stessa:
“cosa posso fare perché sia una buona giornata?”
Prendere dagli altri solo quello che di buono possono dare senza incazzarmi.
Ammetto che questo sarà il punto più ostico perché mi piace dare e ricevere il 100%, ma ho capito che le persone vanno prese per quello che sono e non per quello che vorremmo che fossero.
Mai come in questo periodo ho capito che il tempo che abbiamo su questa terra è davvero preziosissimo e non voglio più sprecarlo, per cui cercherò di spenderlo al meglio con persone e attività che amo e che mi fanno sentire bene.
Sembra facile.




Con questo post partecipo alla staffetta
che altro non è che un’iniziativa tra blogger che affrontano uno stesso argomento scelto di mese in mese e si impegnano a pubblicarlo lo stesso giorno alla stessa ora.

Il tema del mese è:
Il solito proposito: quello che quest'anno riuscirò a realizzare (sul serio!)
Chi volesse saperne di più può cliccando
qui.

E questi sono gli altri blog che partecipano alla staffetta:
1. Alessia scrap & craft - http://www.4blog.info/school
13. Lucia Malanotte http://malanotteno.wordpress.com
15. Ilde Garritano www.mammadiludovica.com
16. Ilde Garritano www.lemozionedellecose.com
22. Mammamari http://mammamari.it/




10 commenti:

  1. L'idea è bella e se ci riesci sicuramente vivrai meglio, quasi quasi ci provo anch'io ma non so se ci riuscirei.
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
  2. Ciao Norma, io sono una planner nella vita e per me guardare avanti e pianificare è pane quotidiano.
    Ho capito però che spesso per guardare avanti non vivevo gustandomi il presente.
    Ho iniziato a fare mio questo insegnamento della riflessologia e dello yoga e spero di continuare su questa strada!
    Credo sia più semplice cambiare se stessi che spendere tutta l'energia per cambiare chi/cosa ci sta intorno.

    e cmq provare non costa nulla.. fammi sapere se riuscira anche tu! ;)

    RispondiElimina
  3. Ciao Stregatta, non per fare giochi di parole, ma ti sei scelta proprio una bella gatta da pelare! Comprimenti per aver scelto un proposito così impegnativo.
    Mi raccomando, nel corso dell'anno tienici aggiornate e facci sapere come vanno le cose!

    RispondiElimina
  4. bel proposito si si!!
    ps. ma questa bellissima grafica l'hai fatta tu?
    è proprio bella!
    ah...ovviamente mi iscrivo ;-)
    A presto
    Federica

    RispondiElimina
  5. Ciao Ragazze, in realtà leggendo la staffetta mi sono accorta che molte di noi come proposito hanno quello di prendersi del tempo per sè, riordinare i pensieri e concentrarsi su quello che davvero le fa stare bene.
    Che questi tempi moderni ci stiano un pò stressando?

    devo ammettere che ho comicniato qualche mese fa ad imparare i trucchi del mestiere su come essere più zen e lasciare andare le cose negative.. il cammino è ancora lungo, ma per ora funziona.. certo la teoria dei piccoli passi e degli obiettivi raggiungibili è fondamentale per procedere.
    Voler scalare il k2 richiede allenamento e preparazione costante.

    Per la grafica del blog mi sono affidata a Kris Dell'Atelier dei Template.. le cose più easy invece sono mie, come gli scatti.

    buona staffetta a tutte! :*

    RispondiElimina
  6. "ho capito che le persone vanno prese per quello che sono e non per quello che vorremmo che fossero"
    credo che sia un ottima partenza
    per assurdo invece, io che alla fine vivo alla giornata, vorrei essere più organizzata, riuscire a pensare oltre le due ore O_o

    RispondiElimina
  7. visto anche il commento sopra, aspetto con pazienza un post di spiegazione su come prendere la vita con zen. ne ho bisogno!

    RispondiElimina
  8. Prendere dagli altri solo quello che di buono possono dare senza incazzarmi.
    Ammetto che questo sarà il punto più ostico perché mi piace dare e ricevere il 100%, ma ho capito che le persone vanno prese per quello che sono e non per quello che vorremmo che fossero." Con questa tua frase hai riassunto ciò che ho capito negli ultimi anni.... e per la prima volta mi accorgo che sto bene ugualmente!

    RispondiElimina
  9. Io non sono ancora diventata zen, ma ho intrapreso un "percorso" da due anni a questa parte per avvicinarmi a questo obiettivo.
    Il tutto è iniziato quando alcune persone che credevo vicine e affidabili e su cui credevo di poter contare mi hanno lasciato nei guai.. la mossa più facile sarebbe stato quella di sfogare tutta la mia rabbia su queste e non averci avuto più niente a che fare.
    Ho deciso invece, di fare qsa di più costruttivo per me.. perchè si sa la rabbia rovina chi la cova - sia fisicamente che psicologicamente - mi sono posta interrogativi su come mai avessi fatto questi grossi errori di valutazione e sul perchè ritenessi queste persone così indispensabili nella mia vita, perchè non avessi fatto affidamento dapprima su me stessa.
    Ho deciso frugare nel passato e nel presente e dare uno sguardo a quello che poteva essere un futuro.
    Mi hanno insegnato che le persone non si cambiano, ma possiamo cambiare noi stessi il nostro atteggiamento.

    Come? beh io mi sono avvalsa di quello che da sempre è un modo per districare i garbugli: la scrittura.. parlare sinceramente a me stessa in un diario, senza colpevolizzare chi avevo intorno.. pensando a come io potessi cambiare le cose e le valutazioni.

    Secondo ho sperimentato la riflessologia plantare, l'introspezione, i piccoli compiti e i piccoli obiettivi.

    Ma credo che ognuno di noi abbia il suo metodo ;)

    RispondiElimina
  10. "ma ho capito che le persone vanno prese per quello che sono e non per quello che vorremmo che fossero."
    questo devo metterlo tra i miei buoni propositi che mi aspetto sempre dagli altri troppo e poi ci resto male e mi arrabbio pure; come dici tu la vita è troppo breve per sprecarla così.
    bellissimo post!

    RispondiElimina

Dimmi la tua!! :D