mercoledì 24 settembre 2014

il mio peccato capitale è .. in fondo alla lista #diBloginBlog

Ok care ragazze compagne di staffetta e non,
x fare questo post mi sono guardata allo specchio e ho cercato di essere il più obiettiva possibile: non sempre si vedono cose belle, ma verso i propri difetti bisogna accettarli oppure impegnarsi a cambiare.



Per scegliere ho usato un metodo: Ho fatto un breve ripassino sulla Treccani per esaminare la definizione dei 7 peccati capitali pur sapendo su quali avrei dovuto soffermarmi perchè (temo) mi rispecchiano maggiormente; con la lista in mano li ho analizzati tutti focalizzandoli su di me; infine sono andata per esclusione.

Partendo dal fondo ecco la mia classifica:



invidia: decisamente no! Tutto quello che ho me lo sono guadagnato e ne vado fiera. Mi sbatto da quando ho 16 anni per conquistarmi il mio avere e la mia libertà. Non farei mai cambio con la vita di nessun altro. Nemmeno con quella di un milionario. Sono concentrata sulla mia strada e non mi misuro con quella degli altri, non per paura, semplicemente non mi interessa.

Accidia: io?.. no.. abbiamo sbagliato persona.. troppo propositiva e frenetica! Non amo lo sport e potrei definirmi pigra semmai.. ma l’inattività non fa per me. Altro no!


Avarizia: mi viene da ridere solo al pensiero. Decisamente da scartare!


Gola: amo la convivialità della tavola, le chiacchiere, il buon vino. Non amo i dolci.. non amo abbuffarmi. Riesco a controllarmi senza grandi sacrifici. Riga sopra anche su questo.


Ira: beh.. insomma.. a volte. Ci stiamo avvicinando, diciamo però che come arriva in fretta se ne va con altrettanta rapidità e comunque tendo a riversarla su di me.. purtroppo! Direi che sono un ammasso di dolori psicosomatici.. forse dovrei sfogarmi di più con chi mi rompe le scatole: Eliminato anche questo!


Superbia: sì.. ci siamo, assolutamente. A volte non riesco a trattenere quel ditino puntato che intende sottolineare “te l’avevo detto” “se mi avessi ascoltato” “lo sapevo”.. quel fare da maestrina un po’ indisponente che se si guardasse da fuori vorrebbe autoflagellarsi.. ma tant’è. Se non ho scelto questo peccato tra tutti gli altri è solo perché ci sto lavorando sopra, tentando (non sempre riuscendoci) di lasciare spazio a chi mi sta intorno e perché sono veramente dispiaciuta quando mi atteggio da essere integerrimo e superiore.


Lussuria: Bingo! se viene considerato in senso lato come l’abbandono ai sensi del piacere, sono abbastanza grande e moderna da ammettere che mi concedo spesso agli eccessi nel modo di vivere e agli stravizi.  Bacco, tabacco e venere ovvero Sesso droga e Rock and Roll si può dire che siano state frasi ricorrenti nella mia vita. E purtroppo devo anche ammettere che non me ne pento minimamente. Inguaribile! Se sono come sono è perché ho fatto tutte le esperienze che mi andavano senza pregiudizi o preconcetti e ho imparato a eliminare quello che non mi piaceva e prendere le misure con il resto.
Ad ognuno i suoi difetti: questo è il mio o per lo meno lo è stato per molto tempo!



 
credits: Milo Mereu


Se volete scoprire le altre concorrenti della staffetta di post  “di BLOG in BLOG” l’iniziativa per condividere punti di vista diversi su uno stesso argomento






Il tema del mese lo trovate qui:

2 commenti:

  1. Mi è piaciuto tanto leggerti!!! Bella l'idea!
    que tengas un lindo dìa
    Anabella
    pd Sai volevo scriverti una mail, per proporti una idea, ma non lo trovo in tanto ti lascio il mio hello@mywashitape.com
    Anabella
    MY WASHI TAPE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anabella, ti ho scritto una mail!
      grazie x essere passata di qua!

      Elimina

Dimmi la tua!! :D